Tenuta Sammartino

Olio extravergine d'oliva

Dall’amore del nonno per la terra, nasce il nostro olio d’oliva extravergine.
Nonno Pierino è cresciuto tra il profumo degli ulivi e sotto il sole dei campi del Cilento, e con tenacia e sacrificio trasformava ogni giorno la sua terra nel suo pane quotidiano.
Il nonno è taciturno, ma sa ascoltare e parlare alla sua terra meglio di chiunque altro. Tenuta Sammartino parla la sua lingua, ha ereditato i suoi valori e l’amore per gli oliveti.
Nasce così il nostro olio d’oliva Evo, figlio dei campi, dell’amore, di nonno Pierino e il suo braccio destro, Oreste e sua figlia Chiara.

L'olio della tenuta Sammartino

Se avete un amico che fa l’olio, comprate una tanica d’acciaio e andate a trovarlo, sapendo che non lo pagherete mai abbastanza per la fatica della raccolta, l’ansia della frangitura rapida per evitare fermentazioni, l’enormità dello scarto. L’olio extravergine che produciamo arriva dalla premitura di olive delle varietà presenti sul territorio, Pisciottana, Frantonio, Salella Leccino e altre varietà locali autoctone presenti nell’area di produzione.

Dettagli olio

L’olio, al consumo, è di colore verde/giallo paglierino con buona vivacità ed intensità; spesso limpido, a volte velato.

All’esame olfattivo mostra un leggero sentore di fruttato, talvolta con note di mela e di foglia verde.

Il gusto è tenue e delicato di oliva fresca, fondamentalmente dolce con appena percettibili note vivaci di amaro e piccante.

E’ discretamente fluido, con evidenti sentori di pinolo e retrogusto di nocciola e mandorla.

L’acidità è sempre inferiore al valore di 0,50%.

La notevole presenza di note aromatiche fa prediligere l’uso di quest’olio su piatti di una certa consistenza, tipici dell’area di origine, come grigliate di pesce, insalate selvatiche, verdure bollite, legumi e primi piatti in genere. 

La raccolta

L’olio del “Cilento” è il frutto dell’armonizzazione delle più moderne tecnologie di lavorazione con una tradizione millenaria.
A livello agronomico, particolare e meticolosa cura è posta durante le fasi della raccolta, del trasporto e della conservazione delle olive.
Le olive sono raccolte rigorosamente a mano o con l’ausilio di mezzi agevolatori meccanici, come scuotitori e pettini vibranti; le reti sono utilizzate esclusivamente per agevolare le operazioni di raccolta, che viene effettuata massimo entro il 30 Novembre di ogni anno.
La produzione massima di olive ad ettaro è di 60/80 quintali, mentre la resa in olio massima è del 16%.
Le olive sono molite rigorosamente entro le 12/24 ore dalla raccolta.

Torna in alto